13 novembre 2008

Di nuovo all'Avana

Finite le meritate e brevi vacanze italiane, con moglie e pupo, sono nuovamente all’Avana.
Il volo con Iberia (Napoli-Madrid-L’Avana) è stato comodo è puntuale, oltre a consentire 43kg d’equipaggio per ogni passeggero…
Martedì, alle 20.40, con ben venti minuti d’anticipo, siamo atterrati all’aeroporto Josè Martí! Una lunga coda alla dogana ed un rigoroso controllo bagagli, ci hanno trattenuto in aeroporto fino alle 22.30, con Giovannino che, stanco ed affamato, ha cominciato a protestare.

Ad aspettarci Marco Cubanite che, offertosi volontario, è venuto a prenderci. Nel bel mezzo di un nubifragio, siamo arrivati a casa ed abbiamo scaricato le numerose valigie: io e Marco, alla fine dell’operazione – come già scritto sul suo blog – eravamo letteralmente “bagnati fradici”.
Nei prossimi giorni, dovrebbe rientrare anche Stefano, mentre io oggi ho ripreso a lavorare.
All’aeroporto di Napoli Capodichino, mentre fumavo l'ultima sigaretta in attesa del volo per Madrid, ho conosciuto casualmente Bruno, un simpatico lettore del nostro blog, ovviamente amante di Cuba.

21 commenti:

Monica ha detto...

Ciao Massimo! Allora sei rientrato bene! sono contenta! Che strano leggere di chi fa le meritate vacanze in italia! :-)))

Che meraviglia è tornare alla vita di tutti i giorni all'Havana??!?! ;-)))

Qui a Milano tempo pessimo e brutta stagione che avanza a grandi passi...goditi Cuba anche per noi forzati dell'inverno milanese e non solo! :-)

Buona ripresa e buon proseguimento! Un abbraccio a tutta la famiglia Barba Habanera!

Moni

Anonimo ha detto...

Ciao Stefano, pensa che siamo della stessa città,comunque io ritorno all'Avana tra circa 1 mese o più.Buon lavoro.A presto

massimo ha detto...

Stefano l'anonimo sono io massimo di http://sogniamore.blog.dada.net
scusa ma non so ancora usare bene blog, ecc.Ho rivisto il tuo blog,tuo figlio è nato il 28 Febbraio, pensa che io sono nato il 26 Febbraio.
A Salerno piove di brutto,mare tempestoso,lampi e fulmini da brividi.

Tuccio el periodista de Las Tunas ha detto...

ciao massimo, bentornato a cuba :-)

volevo chiederti se le due ore di attesa sono cosa normale o è capitato ?

te lo chiedo in quanto probabilmente atterrerò all'avana, ed essendoci l'ultimo viazul per las tunas per le 22:00 non so se arrivare 3 ore prima in aeroporto sono sufficienti.

visto che devo andare a tunas, pensi che potrei ottenere delle facilitazioni spiegando la cosa ?

per il taxi, 20 minuti fino al viazul sono sufficienti ?

grazie per l'aiuto ciao e saluti alla famiglia

Anonimo ha detto...

Massimo ,bentornato all'Avana che noi al momento possiamo solo sognare.

Tuccio,per avere facilitazioni all'aeroporto devi far presente che sei un esponente del Barrio.it

Saluti a tutti
Elio

Anonimo ha detto...

Ciao, mi chiamo Yaris e sono cubana ma abito a Napoli, innazitutto voglio farti i complimenti per il tuo blog, molto carino, sono venuta a conoscenza grazie al blog di Marco Cubanite che leggo spesso. Poi pero' ti volevo domandare una cosa. Ho saputo che l'iberia ti consente 43kg ma mi pare che all'avana ti permettono di passare circa 30 kili per ogni persona, pero' tu penso che hai portato a Cuba la quantità di kili permessi dall'iberia, giusto?! quindi mi domando se non hai pagato niente in dogana?! cioè ti hanno fatto pagare qualcosa o tutto è andato liscio e sei riusciuto a passare tutto senza problemi. Vedi io l'ultima volta che sono stata a Cuba, cioè a novembre dell'anno scorso in dogana mi hanno fatto pagare 112cuc secondo loro per sovrappesso, mia mamma è stata qui in Italia ed è tornata a Cuba a metà Ottobre e anche se era un pochino in sovrapesso con la Blue panorama per fortuna non gli hanno fatto pagare niente ne in italia ne a Cuba(strano). Io adesso parto per Cuba fra 3 settimane ma non con L'iberia con la Blue panorama che di kili certamente ne consentono molto di meno vale a dire 20kg a persona. Io pero' adesso mi porto giusto i kg permessi perche col cavolo che gli do questa volta i soldi miei.

Scusami per le tante domande ma mi è venuta questa curiosità.

Yaris

Anonimo ha detto...

Barba, che eri un gran cacciatore di quaglie e di faggiani........ti voglio bene :)

Massimo Barba ha detto...

Ciao Massimo, il blog è gestito da me (Massimo di Salerno provincia) e Stefano (di Bolzano), questa volta il post è mio.
Quando vieni all'Avana, sarà sicuramente un piacere conoscerti.

Massimo Barba ha detto...

Ciao Tuccio!!! La fila e l'attesa sono dovute al fatto che eravamo stracarichi di valigie... tra cui un lettore DVD ed un Home Theatre.... capirai... vivendo a Cuba, quando andiamo in Italia cerchiamo di aprofittare!!!
Se rispetti il peso e non hai nelle valigie prodotti sottoposti a dazi doganali ce la fai alla grande.
20 minuti aeroporto - Viazul, sono più che sufficienti.
Mi raccomando, conto di vederci all'Avana!!!
Un abbraccio!!!

Tuccio el periodista de Las Tunas ha detto...

grazie per i consigli.

non ti preoccupare che all'avana ci vengo, anche perchè devo comprare un po di cose per l'arredamento della casa nuova, a tunas tutto è uguale (quel poco che si trova)

Massimo Barba ha detto...

Ciao Yaris, logicamente abbiamo portato all'Avana quasi tutti i kg permessi dall'Ibera, 46kg per me, 46 per mia moglie e 23 per il piccolo Giovanni, oltre i bagagli a mano. Logicamente abbiamo pagato, in MN perchè il piccolo e mia moglie sono usciti da Cuba con il PVE... ed i bagagli erano tutti a nome loro...
Per gli stranieri ed i cubani che sono usciti definitivamente o sono in possesso di PRE le tariffe per il sovrappeso o per l'importazione di beni sono in CUC.

Anonimo ha detto...

Caro Direttore, sono contento che il viaggio sia andato bene e che Giovannino non si sia spazientito troppo. Come vedi rinunciare al PRE ha avuto i suoi vantaggi. Tra un mesetto circa spero che un "mire, trabajo acqui" mi possa salvare un po'. A Tuccio volevo ricordare oltre ai vari negozi, anche uno in Galiano, quasi all'entrata del barrio Chino, che vende mobili antichi (anni 50-60) in buono stato ed in pesos MN. Oltre al mercato ufficiale prova il mercato dell'usato, dove puoi trovare mobili veramente belli in legno vero e non in compensato brasiliano...
Un abbraccio, Stefano.

Anonimo ha detto...

... era ovviamente "trabajo aqui"... il dito sulla tastiera risponde all'italiano ...
Ri-abbraccio a tutti. Stefano.

pumario ha detto...

Hola Massimo, ben tornato nella splendida Habana. Sto contando i giorni, tra due mesi sarò li e ti obbligherò a navigare perché solitamente quando un neofita sale nel barco, catturiamo il Marlin!!! Ps.: Questo post lo pubblico nel mio blog, hasta pronto. Mario

nino ha detto...

massimo, una semplice curiosità. Con 109 chili di roba, 86 a carico tuo e di tua moglie e 23 a carico del bimbo, suppongo si tratti in gran parte di cibo, quanto tempo riuscite " a resistere" a cuba?

pumario ha detto...

nino, ma che domanda è, scusami ma io che frequento Cuba da 11 anni non ho mai visto gente che patisca la fame. Avranno poco da mangiare ma mangiano tutti. Ps.. Chiedo scusa hai titolari del blog per essermi arrogato questa risposta.

nino ha detto...

pumario, chi ha mai parlato di patire la fame? Ho semplicemente chiesto quanto tempo con i prodotti portati dall'italia riescono a non comprare quelli presenti nelle tiendas?

Nicola S. ha detto...

Bentornato ... ben-invidiato ... a Cuba. Goditi quel che per noi è un paese da sogno ... Saluti, Nico

pumario ha detto...

nino scusa ma "a resistere" fa pensare che poi patiranno la fame, o no?

Tuccio el periodista de Las Tunas ha detto...

grazie a stefano per il consiglio, vedremo di darci un occhiata.

noi per la casa abbiamo pensato di farci fare tavoli e sedie dal bravo falegname che ci ha fatto porte e finestre, mi porto dall'italia disegni fatti da un ammico architetto per la camera da letto, tavolo della cucina e sedie, all'avana vorrei comprare lampade, e accessori in generale per la casa.

cmq. ormai il più è fatto :-)

Massimo Barba ha detto...

Ciao Nino, mi spiace deluderti ma di "alimenti" ce n'erano ben pochi. Un po' d'olio, parmiggiano ed altri pochi prodotti tipici! C'erano poi vestiti, scarpe, accessori per la casa, un home theatre e tanti pannolini!