23 aprile 2008

Te la do io Cuba!

Ieri, ho trascorso buona parte della giornata telefonando ai centri commerciali dell'Avana, in ricerca del NAN 1, il latte maternizzato che beve mio figlio, in aggiunta a quello della mamma che non sempre basta.
Fino a qualche settimana fa riempiva gli scaffali di tutti i supermercati della capitale: improvvisamente, però, come spesso capita qui a Cuba, si è "perso". La confezione che avevo a casa, intanto, era ormai agli sgoccioli.
Nel week end avevo visitato, infruttuosamente e sempre con lo stesso fine, diversi negozi: all’Avana Vecchia l’EPOCA (reparto alimentari in ristrutturazione) e la Harry Brothers, a Miramar 3ra y 70.
Ieri, armato di elenco telefonico, ho cominciato a contattare i maggiori centri commerciali. Sono stato preso dallo sconforto, quando anche dal fornitissimo e rinomato Palco mi hanno detto che il prodotto era esaurito. Armato di buona pazienza - viste le attese interminabili - ho continuato a comporre numeri di telefono (La Puntilla, Nautico, Flores, Carlo III, Ultra, 5y42, ecc.) fino a quando, alle 17.45, dal mercato delle Galerias de Paseo mi hanno detto che ne avevano ancora 12 confezioni.

A tutta velocità - relativamente per un non automunito - mi sono fiondato al centro commerciale, situato in 1ra e Paseo al Vedado. Arrivato al primo piano, all’interno del mercato, ho messo, nel carrello, tutte le 12 confezioni. Arrivato alla cassa, ho pensato che anche altri genitori potevano essere nella mia stessa situazione e così ho risposto, negli scaffali, 4 confezioni. Giovannino, già con 8, aveva il latte assicurato per alcuni mesi!

Nel corso di questi giri, ho potuto notare che è sempre più “critico” l’assortimento della pasta italiana. Alcune marche, come Pagani e Torre, sembrano essere scomparse. Anche gli spaghetti della Garofalo e dell’Antica Pasteria sono sempre più rari. Resta qualcosa della Barilla a prezzi alti, mentre aumenta la presenza delle cubane “La Pasiega” e “La Sin Rival”.
Te la do io Cuba!
(Per evitare equivoci, chiarisco che per il latte per i bimbi, garantito e venduto dallo Stato in moneta nazionale ad un prezzo calmierato, non c'è nessun problema di distribuzione o reperibilità. Per scelta personale, il bimbo sta bevendo il NAN1).

15 commenti:

tio gigi ha detto...

Contala giusta mentiroso....dillo che alla vista del prezzo de la leche te asustaste.
Un beso para Giovannino

nino ha detto...

la pasta cubana è edibile?

pumario ha detto...

Hola Massimo, ho avuto il numero e ti chiamerò in settimana. Da quanto leggo devo preoccuparmi di portare un po di pasta De Cecco, perché 25 giorni senza pasta italianissima per me sarebbe un dramma, grazie per l'info. Mario

MASSIMO BARBA ha detto...

Tio Gigi, per Giovannino ti avrei chiesto anche un prestito!

MASSIMO BARBA ha detto...

Nino certo la pasta cubana si può mangiare, non è velenosa! Il problema è la qualità. La pasta italiana è prodotta utilizzando semola di grano duro. La cubana - fatta eccezione per alcuni formati - è prodotta con semola e farina di grano duro, con i seguenti problemi: mancanza di cosistenza, cottura non omogenea e totale mancanza di tenuta di cottura. A mio giudizio, forse anche a causa della qualità della semola impegata, è anche insapore.

MASSIMO BARBA ha detto...

Caro Mario fai bene a portarti un pò di De Ceccho! Aspetto - appena puoi - una tua telefonata. A presto!

nino ha detto...

insomma,da quanto mi dici una pasta del genere,nonostante non sia velenosa,non è edibile.

Monica ha detto...

Io e Mario abbiamo gli stessi gusti pastiferi! Anch'io mangio De Cecco! :-)
! :-)

quindi ...In pratica a cuba ci sono cellulari a gogo ma manca il latte per i pupetti??...gulp!
Bacioni

MASSIMO BARBA ha detto...

Monica, vista la tua assenza dai commenti, avevo pensato che, approfittando del ponte 25/4-1/5, eri scappata a Cuba!

MASSIMO BARBA ha detto...

Monica, per evitare equivoci, ti chiarisco che il latte per i bimbi, venduto dallo Stato in moneta nazionale ad un prezzo irrisorio, non c'è nessun problema di distribuzione ed è reperibile nella Bodega assegnata al nucleo familiare. Per scelta personale, il bimbo sta bevendo il NAN1.

Anonimo ha detto...

massimuccio , a penavengo li ti porto un po di voiello( a non sapevo che de ceccho esportasse a cuba) capiscia a me, napoli e sempre napoli. e no l amico del capitano , x il bimbo fai bene meglio spendere un qualcosa in piu' ma che gli dia sostanza. massimo una pregunta io mangio la pasta cubana anche ma non la trovo male ovvero che scuoce o come meglio tu dici non sa di niente non e' che la cuoca non sa bene come cucinarla, ho quando la cuccni tu non sei attendo?


saludos desdes napoli
hasta pronto
oreste

nino ha detto...

massimo,mi scuso fin da ora se spesse volte farò domande che per un italiano che vive a cuba sono banali,ma ti voglio chiedere:il latte distribuito dallo stato ai bimbi con età inferiore ai 7 anni è sempre reperibile,almeno in base alla tua esperienza,nella bodega assegnata?Ci sono stati momenti di penuria?Il latte che tu non acquisti nella bodega che fine fa?

MASSIMO BARBA ha detto...

Oreste, anche io la mangio e se ben cucinata - facendo molta attenzione ai tempi di cottura - è pure buona. Ma in ogni caso - secondo me - è inferiore qualitativamente alla nostra. Il fatto che aggiungono farina alla semola ha le sue conseguenze.
Non è proprio come i paccheri di Gragnano trafilati a bronzo!
Un saluto dalla Napoli dei Caribi!

MASSIMO BARBA ha detto...

Nino, figurati, nessun problema. Fino ad ora, ti parlo del mio caso personale, il latte distribuito dallo stato alle bodegas per i bimbi arriva con cadenza settimanale. Sicuramente per il passato, durante il periodo speciale, le cose non saranno state rosee come adesso.
Essendo un latte evaporato a lunga conservazione lo compro lo stesso e, quando Giovannino avrà superato i sei mesi, comincerà a berlo.
Rispondere alle tue domande, per me, è un vero piacere. Un saluto da Cuba.

Monica ha detto...

Ciao Massimo!!! Magari fossi a Cuba! invece sono a "sixth saint john" e ieri l'ho passato al parco nord con delle amiche vista la bella giornata di sole! E vista la pelle bianca sono riuscita quasi ad ustionarmi anche con il sole di milano nord!! Che robaaa! eheheh Grazie per la delucidazione sul latte...il discorso bebè non l'ho mai affrontato con nessuno in quel di Cuba! Ho conosciuto solo bambini e bambine dai 5 anni in su! :-)
Purtroppo non posso assolutamente allontanarmi dall'ufficio in sti giorni e per un pò di giorni a venire...la mia boss ha il papà che sta malissimo, in pratica in fin di vita... :-( così siccome sono il braccio destro spesso devo presenziare alle faccende di ufficio...in pratica sono la vice all'opera....va bè! appena potrò volerò all'Havana! E sarà un piacere conoscerti "dal vivo" se ne avrai voglia ovviamente! :-)

Oggi sabato di lavoro...nel senso che devo svuotare il mio box perchè a giugno devo lasciarlo e ho tanto di quel ciarpame dentro che c'è da mettersi le mani tra i capelli!...così lo faccio suavemente...piano piano riuscirò!!! :-)

besitos desde Milan

PS: Sixth Saint John=Sesto San Giovanni ;-))))