26 maggio 2008

Si avvicina la "temporada ciclonica"

(Fidel Castro e José Rubiera in una foto del 2004)

Tra appena 5 giorni, il 1 giugno, avrà inizio ufficialmente la “stagione ciclonica 2008”, che si estenderà fino al 30 novembre.
José Rubiera Torres, direttore del centro pronostici dell’Istituto di Meteorologico di Cuba, ha annunciato che, nel corso della stagione, ci potranno essere cicloni “più intensi e piovosi”, anticipando che il primo si chiamerà “Arthur”, secondo la lista alfabetica dei nomi scelti per identificarli.
Lo scorso anno, fortunatamente, nessun forte urgano ha toccato Cuba. Personalmente, spero lo stesso anche per l'anno corso.
Intanto, lo scorso fine settimana, per mettere a punto la macchina operativa della protezione civile, si è svolta l’Esercitazione Meteoro 2008.
In vista dell’imminente stagione ciclonica è cominciata anche la messa in sicurezza di alberi e linee elettriche. Proprio le operazioni di potatura di un’enorme ceiba (un albero che supera i 30 metri di altezza), realizzate con l’ausilio di una grande gru
a pochi passi da casa mia, ci ha lasciati, sabato, dalle 9 alle 14 senza elettricità. Con il caldo di questi giorni, avere ventilatori e condizionatori spenti non è stata sicuramente una bella esperienza.

5 commenti:

Anonimo ha detto...

quello che piu mi fa scompisciare dalle risate è il traje di rubiera ne avesse 1 decente!

Anonimo ha detto...

massimo perchè non ci racconti della finca di raul tra bauta e caymito?

avana ha detto...

ciao... bello tuo blog.
un bel viaggio nella bella avana...

Anonimo ha detto...

Rubiera ...un uomo, un mito :-D

MASSIMO BARBA ha detto...

Al momento non ho elementi sufficienti per scrivere della finca.
Avana, grazie per i complimenti.